Blog: http://guarins.ilcannocchiale.it

domenica

rileggevo post. è passato un anno, domani, da quando siamo campioni. un anno fa, o poco meno, la festa era già finita. un passaggio catartico al circo massimo e via, residui echi di cori e popopo. ci chiedevamo quanto sarebbe durata, se davvero il 2006 avrebbe spento l'82, se sarebbe nata la generazione 2006. ma invece ancora sfugge. ruminiamo, consumiamo, dimentichiamo continuamente e in fretta. come i capitoni, dice de luca dei napoletani. e forse è una generazione un po' capitona, e un po' napoletana, un po' paracula.

noi intanto, a blog fermo, siamo ancora qua. a farci domande, a saltare le risposte, a immaginare se.

una bella metafora qualche sera fa a ottoemezzo estate, dello scrittore bianchini, diceva che la cocaina è una benzina che metti continuamente ma che ti fa sempre stare in riserva.
ma sarà davvero la cocaina, o ormai la riserva è uno stile di vita?
insomma un anno fa, prima di vincere i mondiali, si sperava in un governo coraggioso, in battaglie culturali forti. eravamo coglioni, lo sappiamo, e tant'è, lo siamo ancora, cocciuti e ripetitivi.

insomma guardando indietro copierei interi post, adattissimi all'oggi. il clima è lo stesso. e non importa se è sano o malato. l'immobilisme est la cause de nostre mobilitation, ricorda il desktop del vaio cui non posso accedere perchè mi si è rotto il tasto 'p'. segni del destino. peccato che, in fondo in fondo, non ci credo.

Pubblicato il 8/7/2007 alle 19.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web